Casella di testo:

agricolaTelemaco di Carughi Telemaco Carlo - P.I. 08301660968 - via S.Caterina da Siena,15 - 21040 - Gerenzano (Va)

Contiene lo Zafferano in stimmi sufficiente per almeno 15/20 porzioni di risotto alla milanese.

Confezione da 0,30 gr

Casella di testo: Zafferano di Telemaco e Raffaella  è prodotto a GERENZANO in provincia di VARESE.

Per occasioni speciali, ampia disponibilità di formati e confezioni a richiesta.

contattaci

per un preventivo personalizzato, rispondiamo mediamente in 24/48 ore.

Contiene lo Zafferano in stimmi sufficiente per almeno 25/30 porzioni di risotto alla milanese.

Confezione da 0,50 gr

Zafferano in stimmi

Come si usa:

Lo zafferano in stimmi ha bisogno della fase di infusione, va tenuto in ammollo nella giusta quantità ( dipende dalla quantità di stimmi che si usa ) di liquido caldo, acqua, brodo vegetale, latte, ecc., da un minimo di 4 ore prima di essere aggiunto verso, la fine della cottura. Fanno eccezione le ricette a cottura lenta in brodo acquoso, in questo caso è possibile aggiungere gli stimmi direttamente nella pentola.

Dosi consigliate:

Per preparare un piatto che abbia colore ed aroma sono sufficienti 4/6 stimmi a porzione/persona ( dipende dalle dimensioni degli stimmi ).

Come si USA e DOSI consigliate.

Non c'è differenza tra stimmi e polvere se quest'ultima è ottenuta da stimmi polverizzati, puri e non tagliati ad esempio con curcuma, fili di stoffa o polvere di marmo e/o mattone.

L'utilizzo della polvere ottenuta da stimmi polverizzati ha il vantaggio di ridurre i tempi della fase di infusione.

Si può infatti polverizzare 2/3 degli stimmi da utilizzare nella ricetta utilizzando un foglietto di carta da forno piegata a metà su se stessa, inserendo al suo interno gli stimmi da polverizzare, schiacciandoli delicatamente con un cucchiaio fino ad ottenere una polvere grossolana, a questo punto mettere tutto ( stimmi interi e parte polverizzata ) in ammollo per un minimo di 2 ore. Questa tecnica consente di diminuire i tempi di infusione della spezia nella preparazione di un piatto che mantenga invariate le sue caratteristiche cromatiche ed aromatiche e di prestigio data dalla presenza degli stimmi interi.

Zafferano in stimmi e in polvere differenze.

Ben essiccato, lo zafferano in stimmi non ha scadenza. La normativa prevede comunque 2 anni di durata. Va comunque conservato ben chiuso in un contenitore ermetico ( i nostri contenitori in vetro ), in un luogo buio ( i componenti chimici che danno colore ed aroma sono fotosensibili, perdono qualità se esposti alla luce solare ), ed al riparo dell'umidità.

Conservazione dello zafferano.

I piatti preparati con lo zafferano si abbinano a vini bianchi, rossi, rosati e anche bollicine.

Per i bianchi gli Chardonnay, purché con una buona struttura, si sposano bene con la complessità e la persistenza aromatica della spezia, molto adatti anche i vini profumati come i Gewurztraminer e i Sauvignon. Potreste anche sperimentare le bollicine ed i profumi di uno spumante metodo classico.

Nel caso il piatto richieda un vino rosso, questo dovrà essere molto morbido per non esaltare la nota amara dello zafferano, un Chianti classico leggermente fruttato potrebbe andare bene.

Quali vini abbinare allo zafferano.

Differenze e Consigli